nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo nivo

Slow fashion - 100% Italian Passion

Slow fashion

Il Manifesto della Moda italiana, riscopriamo il piacere di indossare

slow fashion

C'è un altro modo di vestire, lontano dal caos dei grandi centri commerciali e dai prodotti tessili usa e getta di importazione che invadono i mercati.

Ogni giorno in Italia centinaia di piccoli imprenditori producono ancora con cura artigianale e passione, abiti di sartoria, prodotti di maglieria, tessuti, accessori in pelle e bijou lontano dai riflettori delle passerelle di moda e spesso dalle vetrine dei negozi.

Vestire bene non è solo un fatto economico: dietro il lavoro degli artigiani, veri ambasciatori del made in Italy, ci sono capacità manuali e intuizioni stilistiche innovative, competenze tecniche e tanto buon gusto spesso tramandati da bottega in bottega attraverso le generazioni. Un patrimonio di valori che appartiene alla cultura italiana, non meno della letteratura e dell'enogastronomia contribuendo a qualificare il gusto italiano nel mondo.

Eppure il mondo delle piccole sartorie, dei produttori di bijou, dei tanti maglifici che ancora oggi realizzano spesso nell'ombra per conto delle grandi griffe capi unici ed esclusivi che sfilano sulle passerelle di Milano, Roma, Firenze o Parigi rimane quasi sconosciuto alla maggior parte dei consumatori.

Ciò che nel sentire comune si è andato perdendo negli ultimi decenni è il piacere dell'indossare, un piacere che inizia, necessariamente, dall'attenzione con cui si sceglie un vestito di seta, una collana di pietre dure, una sciarpa di cashmere, un guanto in pelle, una borsetta.

Un piacere che ha il sapore di un viaggio che inizia entrando in una bottega

artigianale, respirandone l’atmosfera, ascoltando i consigli di chi vi lavora, toccando i tessuti naturali tinti nel rispetto della nostra salute, scegliendo fra seta, cashmere, vigogna, cotone, lino o magari canapa i colori più belli, cercando gli abbinamenti più adatti alla nostra persona, al nostro stile di vita, chiedendo le personalizzazioni

più esclusive che meglio rispondono al nostro modo di essere.

In due parole questo è lo Slow fashion: la moda di qualità, oltre la griffe, che ha sempre al centro la persona, che è lontana dalle produzioni seriali e massificate, dagli acquisti d'impulso indotti da certa pubblicità, esclusiva in ogni particolare, italiana al 100%, che nasce dal lavoro lento e meticoloso delle mani degli artigiani e che chiede di essere indossata con la consapevolezza del proprio valore per contribuire alla nostra quotidiana gioia di vivere. Perché vestire bene è un piacere che va gustato con calma, come leggere un buon libro, come degustare un buon vino.